Honda Jazz Hybrid: piccola, ecologica e rigorosamente verde “lime”

Con la Jazz Hybrid arriva sul mercato il terzo modello ibrido di casa Honda che irrompe con la tecnologia ibrida in un segmento estremamente interessante sotto il profilo commerciale, con l’obiettivo di raggiungere entro il 2012 le 500mila auto ibride vendute all’anno, pari al 10% del totale.


Il sistema ibrido è il già noto IMA, composto dal 1.3 litri a benzina i-VTEC abbinato ad un motore elettrico posizionato tra il motore a combustione e il cambio CVT, mentre la batteria al Ni-Mh sarà alloggiata sotto il vano di carico. Tirando le somme, la Jazz Hybrid, con i suoi 98 CV a disposizione, promette un consumo medio di 4,4 l/100km con emissioni pari a 104 g/km di CO2.

Una soluzione che migliora notevolmente le potenzialità di vendita della Jazz in Europa, dove l’assenza di motore diesel e il prezzo elevato hanno finora impedito alla Honda Jazz di essere apprezzata nelle sue caratteristiche peculiari, come affidabilità, qualità e con un rapporto dimensioni/abitabilità praticamente ineguagliato.

La Hybrid si distingue dalle altre Jazz per diversi particolari esterni, come i paraurti, i fari anteriori e posteriori (dotati di lente trasparente), la griglia della calandra e la modanatura cromata sul portellone posteriore e soprattutto il colore verde “lime”.

Il prezzo di listino è di 18.701 euro per la versione Comfort e di 20.141 euro per la Elegance.

Stefano Semeraro


Lascia un commento